Impara a scrivere in Italiano

[La serie impara a scrivere in italiano: adottiamo la grammatica italiana]

Infografica Impara a scrivere in italiano

# C’è è diverso da ce

Attento, è un errore frequentissimo! La particella ce vuol dire “a noi” oppure indica un complemento di luogo, o ancora rafforza alcune espressioni come “ce l’ho” o “ce la fai”; c’è, invece, è voce del verbo esserci!
C’è bisogno di ripassare questa regola… senza far finta che non ce ne freghi nulla!
io ci vado, e se il mio amico non c’è, domani ce lo porto.

# TRONCAMENTO VS ACCENTO

da’//da
da’ da mangiare al tuo spirito! (imperativo)
il prete una botta al chierichetto. (presente indicativo)
c’è da studiare. (preposizione)

di’
//di

di’ che hai votato grillo, dillo. (imperativo)
un bel cappuccetto rosso incontrò il lupo. (=giorno)
i diritti di tutti. (preposizione)

fa’
//fa

fa’ vedere che non sei ignorante. (imperativo)
leggere fa bene a chi sa leggere. (presente indicativo)
è più facile di un solfeggio in chiave di fa. (nota musicale)

po’//Po
impara un po’ d’italiano. (=poco)
il Po invece è un fiume!

va’//va
sta’/stà/sta

/se
Berlusconi è un uomo pieno di sé.
Staremmo meglio se non fossimo tutti così ignoranti.
In “se stesso” alcuni omettono l’accento.

# GESTAZIONE, AZIONE

e così per tutte le parole in -zione: mai due zeta!

# VERBI vs RESTO DEL MONDO

è/e ha/a ho/o hanno/anno
è vero: giovani e meno giovani hanno difficoltà a usare regole che avrebbero dovuto assimilare tra il primo e il quinto anno di scuole elementari. Alcuni dicono che o le impari da piccolo o non le impari mai più, ma io ho il sospetto che tentare non nuoccia.

# SU QUI E QUA…

l’accento non va segnato sui monosillabi perché non potrebbe cadere altrove. Solo alcune parole lo richiedono, per evitare confusione con altre identiche ma di significato diverso: /li, /la, /da. Si segna l’accento anche nel caso la parola si scriva con due vocali in sequenza, per precisare quale porti l’accento: più, può

portami lì così compro i libri. O li hai già comprati tu?
portami là così compro la carta. O la compri tu?

# ne non è uguale a !

Quando vuoi negare qualcosa usa né. Quando invece ti riferisci all’argomento appena esposto (o sottinteso) non mettere l’accento.
non ne voglio sapere: voglio che me ne parli ancora.
(invece ti conviene cercare di capirci qualcosa, sono semplici regolette!)
questa frase vuol dire: non voglio sapere nulla di ciò: e non voglio nemmeno che mi parli ancora di ciò.

# Si scrive AEROPORTO e METEOROLOGIA

# Sì cioè il contrario di NO

si scrive con l’accento! Senza diventa la particella “si” di si fa le seghe invece di studiare”.

QUAL È

si scrive senza apostrofo!

# scrivi: conoscenza, scienza, cosciente, deficiente, beneficienza, efficiente, sufficiente.


Abbiamo condiviso sulla nostra pagina fan una serie di infografiche sul corretto uso della grammatica italiana. In molti ci avete chiesto una versione più grande (su Facebook le immagini vengono ridotte). Così abbiamo pensato di pubblicare le immagini qui sul sito e non solo: per vostra comodità abbiamo riscritto anche il testo. Non sappiamo chi abbia realizzato questa infografica, abbiamo solo il credito di kshaed.tumblr.com, ma il blog non risulta più attivo.

Autore dell'articolo: Eleonora Lo Iacono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *