Oggi è sab giu 24, 2017 7:51 pm

Regole del forum


In questo Forum puoi commentare i Racconti ma non puoi aggiungere nuovi argomenti.
Qui vengono inseriti i Racconti scelti dalla Redazione per Radio Volant.
Per maggiorni informazioni leggi il regolamento qui: REGOLAMENTO Radio Volant
Se non sai cos'è Radio Volant, leggi qui: COS'E' Radio Volant



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Memoria
MessaggioInviato: dom mag 24, 2009 12:21 pm 
Non connesso
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mer mar 25, 2009 1:14 pm
Messaggi: 3797
Edit Admin: Racconto scelto e registrato per Radio Volant
ASCOLTA IL BRANO

Voce: Simona D'Amico

Ascolta Radio Volant



Immagine
Tu eri Amore per quella ragazzina che ero; con gli anfibi distrutti dalla mia ostinazione a portarmeli in giro anche al mare.
In un tempo senza ore né appuntamenti, ti amavo; ce ne andavamo in giro senza attese, né promesse.
Raccoglievamo la vita con unghia pulite e mani senza rughe. Tanta ce n'era che non c'era modo di consumarne neanche la metĂ .
E incrociavamo mani per contatto,ché non servivano per complicità, per lottare contro i mostri: non c'erano, in quei giorni.
Ci arrampicavamo per montagne alte, con l'erba secca sotto ai piedi per il sole di quei nostri giorni giovani; senza ausilio di corde e di picconi, vedevamo il mare, da lassĂą e gli urlavamo "Bello!". A squarcia gola, senza pensarci stupidi.

Avevo diciottanni, hai preso in mano una siringa e me l'hai mostrata, come fosse uno di quei giochi ingenui, che avevamo condiviso fino a ieri, che era diventato tutto a un tratto un bel ricordo.
Nel tempo di uno schizzo.
Me l'hai mostrata usata,g uardandomi dalle pupille a spillo, che mi graffiavano d'angoscia e di un dolore che non conoscevo ancora. E c'era quella goccia di sangue, che t'aveva sporcato la camicia bianca, a fissarmi dalle trame. La camicia che avevamo comprato all'Upim, con lo sconto, perchè la indossassi alla mia festa.
A guardare quella chiazza mi si arrossavano gli occhi e si allargava una paura ancora senza nome.
Niente palloncini d'elio col mio nome da far scoppiare, a quella festa. M'era esplosa in faccia una realtà, però. Troppo rumore.
Le mie mani toccavano pareti consumate d'abbandono, a quella festa e carta da parati a fiori grandi; in una camera ad ore, nei pressi della stazione centrale.
Buon compleanno, io sto in trip, dammi dieci minuti e mi riprendo.
Fumavo sigarette di pazienza, ad aspettare che ritornassi dal tuo flash, mentre le tue mani tremanti mi accarezzavano in un modo da farti sembrare un altro. E giĂ  lo eri.
E mi chiedevo come mai il paradiso e l'inferno riuscissero ad avere stessi colori e facce, stessi giorni, ma dentro sentivi qualcosa di diverso, che si spaccava e il rumore dei pezzi di speranza ti aiutava a non sentire l'urlo.
Ho atteso anni, per riconquistarti e vincere quell'altra. Ma ogni volta che la scacciavo via, con un colpo della mano, si perdeva in mezzo all'aria e mi pioveva addosso, dalla testa alle t-shirt rosa confetto. Perfino sugli anfibi neri. Ad imbrattarmi i passi nella fuga.
Perchè tu sei stato la mia prima fuga.

E mi frugano dentro, oggi, per trovarmi l'ironia del vivere, la stessa che uso quando scherzo su veline e tasse alte, senza capire che me l'hai portata via, in un boccone, con quella torta al gusto amaro della tua eroina. Lo sentivo ad ogni morso quell'odore acido; mi chiamava per nome, dalla tua bocca, e ogni bacio aveva quel sapore malato di un amore andato sciolto, nel cucchiaino del servizio buono di tua madre.
E pillole di exasy e niente caramelle per la bimba.
Valla a trovare l'ironia con questa memoria.

Mi sei rimasto dentro in un modo piĂą definitivo di altri primi amori, che non si scordano.
Sei quel dolore prematuro, quel primo passo verso l’abbandono del coraggio di uno slancio.
Adesso sono qui, con me la saggezza di questi anni e quelli, passati a rovistare tra le scelte e cocci di realtĂ  buttati via. E a collezionare bei ricordi per non smettere di crederci.
Oppure sono solo senza scampo. Sopravvissuta a qualche inferno di troppo. Goduto qualche gita in paradiso. Troppa verità a seppellirmi le illusioni d’occasione.
Ma si può essere felici anche così, con questa conoscenza, e questa verità a suggerirmi i passi. Ad aspettarne altri o prevederli.

E' che ti resta una ragazzina con gli anfibi neri ancora ai piedi, a tirarti calci nello stomaco.

_________________
Eleonora Lo Iacono
«Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore» B. Brecht
Blog • Twitter • Facebook • Google+
REDAZIONE SCRIPTA VOLANT: Sito • I NOSTRI CONCORSI LETTERARI GRATUITI • CATALOGO • Twitter • Facebook • Google+


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Memoria
MessaggioInviato: dom mag 24, 2009 1:13 pm 
Non connesso
Scribertuccina
Scribertuccina

Iscritto il: dom mag 03, 2009 6:18 pm
Messaggi: 557
belli questi anfibi, davvero belli [[23]]

_________________
Iscritto n.105 (forse: ormai ho perso il conto...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Memoria
MessaggioInviato: dom mag 24, 2009 3:34 pm 
Non connesso
Apprendista Scribertuccia
Apprendista Scribertuccia
Avatar utente

Iscritto il: mer apr 01, 2009 4:59 pm
Messaggi: 1516
LocalitĂ : ovunque e in nessun posto
Si..concordo!!

_________________
Tentare la sorte o il sortilegio ?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Memoria
MessaggioInviato: dom giu 14, 2009 9:23 pm 
Non connesso
Aspirante Scribertuccina
Aspirante Scribertuccina
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 22, 2009 12:12 pm
Messaggi: 447
Sym ha scritto:
Si..concordo!!

da buon vecchiettooooooooooooooo preferisco le gambe anche se un pezzettino... comunque il nero dona sellisce la caviglia [[33]] [[33]]
l'episodio mi ....accidenti ho chiuso le mascelle(mandibole)...alla fine e ...gò parà sò amaro

_________________
amare.... non aver piĂą nulla d'appagante da desiderare...
Maxmillian


nelle mie preghiere non udire le parole ma il respiro...
Maxmillian


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Memoria
MessaggioInviato: sab ago 22, 2009 11:40 pm 
Non connesso
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 08, 2009 6:24 pm
Messaggi: 811
Edit Admin: Racconto scelto e registrato per Radio Volant
ASCOLTA IL BRANO

Voce: Simona D'Amico

Ascolta Radio Volant

_________________
REDAZIONE SCRIPTA VOLANT: Sito • I NOSTRI CONCORSI LETTERARI GRATUITI • CATALOGO • Twitter • Facebook • Google+


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Memoria
MessaggioInviato: mar mar 05, 2013 7:57 am 
Non connesso
Aspirante Scribertuccina
Aspirante Scribertuccina

Iscritto il: gio apr 09, 2009 3:29 pm
Messaggi: 386
Bellissimo. Sempre.

_________________
Lita Cassisa
scrivo per ricordarmi


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Memoria
MessaggioInviato: mar mar 05, 2013 11:03 am 
Non connesso
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mer mar 25, 2009 1:14 pm
Messaggi: 3797
Ma questa è archeologia, Chris!
Un racconto con i reumatismi [[75]]

_________________
Eleonora Lo Iacono
«Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore» B. Brecht
Blog • Twitter • Facebook • Google+
REDAZIONE SCRIPTA VOLANT: Sito • I NOSTRI CONCORSI LETTERARI GRATUITI • CATALOGO • Twitter • Facebook • Google+


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Su template Styler - Designed by Eleonora Lo Iacono